Non è il nostro turno

No, non è il nostro turno. Noi europei non deteniamo più la leadership industriale anche se conserviamo ancora le cattedrali della finanza a Londra, la cassaforte della seconda moneta mondiale a Francoforte e un patrimonio culturale e storico che non ha pari altrove.

Le nuove industrie sono ANCHE (non SOLO) quelle dell’eCommerce, dei Data Center, del Cloud, delle App e di altre 1000 diavolerie che nei prossimi anni cambieranno ancora di più cultura e gli stili di vita.

Internet ha cambiato tutto e ha creato nuovi leader industriali. Amazon, Apple, Google, Alibaba, ecc.

L’Europa non riesce a capire internet, lo difende, lo esalta, lo vorrebbe sfruttare ma poi, come brillantemente descrive Luca De Biase, vira sulla difensiva (cit. ‘la Commissione si confronta solo con aziende che giocano in difesa. E tende a guardare indietro, non avanti’).

Mimmo, proprio ieri, mi chiedeva un parere sul tema della netneutrality e sull’impasse europea:

Non mi considero un esperto di questi temi ma posso mettere al servizio l’esperienza di diversi mesi passati negli USA. E allora dico che semplicemente non abbiamo ancora capito nulla e lo dico da un punto di vista culturale prima che economico e dunque di sviluppo. E così ho risposto a Mimmo che quelle aziende americane e cinesi, pur giocando forse un ruolo sporco e poco neutrale sulla rete, alla fine son le uniche che creano nuovi posti di lavoro.

Non basta più comprendere solamente internet, il web e il digitale. Bisogna capire che ormai esiste solo un mondo nuovo. Un mondo del quale cittadini e aziende europee hanno capito poco, perchè ancora troppo impegnati a difendere rendite e interessi locali senza capire che il pianeta, intanto, è diventato più piccolo e più accessibile.

Lo percepisco tutti i santi giorni quando mi relaziono professionalmente affrontando progettualità e proposte di azioni o piani operativi. L’Italia in primis, ma tutta la vecchia europa guarda ancora troppo all’individuo per il suo specifico tornaconto. Altri popoli guardano anche al tornaconto individuale ma provano ad immaginare progetti e sfide per il benessere collettivo e delle generazioni future.

6 Comments

  1. […] Forse è vero, come afferma Guido Scorza, che ‘…stiamo – forse senza accorgercene – perdendo più tempo a ragionare su come zavorarre e demolire gli attuali giganti del web di oltreoceano che a riflettere su come fare in modo che i prossimi giganti del web nascano in Europa ed abbiano nel loro patrimonio genetico la straordinaria forza ed energia che viene da una storia ricca di genialità, creatività e cultura‘. D’altronde affermavo più o meno lo stesso alcuni giorni fa nel mio post ‘Non è il nostro turno‘. […]

    Mi piace

    Rispondi

  2. […] Forse è vero, come afferma Guido Scorza, che ‘…stiamo – forse senza accorgercene – perdendo più tempo a ragionare su come zavorarre e demolire gli attuali giganti del web di oltreoceano che a riflettere su come fare in modo che i prossimi giganti del web nascano in Europa ed abbiano nel loro patrimonio genetico la straordinaria forza ed energia che viene da una storia ricca di genialità, creatività e cultura‘. D’altronde affermavo più o meno lo stesso alcuni giorni fa nel mio post ‘Non è il nostro turno‘. […]

    Mi piace

    Rispondi

  3. Il gioco in difesa della cultura, non solo d’impresa, qui in Italia e di larga parte d’Europa predilige l’accostamento della rete all’idea di trappola.

    Rete: s.f.
    Intreccio di fili annodati fra di loro, a maglie più o meno fitte, che nell’accezione più comune richiama la funzione di cattura ( r. da pesca ; tendere le r. ; tirare le r. ), alla quale, in senso fig., si associa quella di insidia, di allettamento, di lusinga ( è caduto nella r. ).

    Liked by 1 persona

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...