Digitale no. Futuro si!

l_ib0093 simmenthal

Son conscio del fatto che pochi mi leggeranno a ferragosto ma voglio levarmi qualche sassolino dalla scarpa lo stesso.

I giorni scorsi persino Repubblica (due paginoni sull’edizione cartacea) si è intrigata di Fondi Strutturali, Obiettivi Tematici, Agenda Digitale e Accordi di Partenariato. Roba tosta, di solito per soli addetti ai lavori.

Sarà il fatto che a Repubblica (ma anche su Il fattoquotidiano) vogliono enfatizzare cose risapute, ovvero che la UE ci ha accusato di non aver predisposto un piano strutturale per sostenere la competitività e dunque la crescita con i soldi che ci da.

Sarà che la componente digitale (Obiettivo Tematico 2) è stata buttata giù alla buona, con poche competenze, zero strategie e per l’ennesima volta con la Pubblica Amministrazione al centro dei possibili finanziamenti. Tanto per cambiare.

Sarà che l’accusa in sintesi dice: ‘regimi di aiuto “generalisti” orizzontali andrebbero evitati”. E sostituiti da “un sostegno mirato alle imprese legato allo sviluppo tecnologico”.

Sarà che per l’ennesima volta l’incompetenza della nostra classe dirigente pubblica (la più pagata a livello europeo) ha partorito l’ennesimo pateracchio all’italiana.

Dunque veniamo a noi e prepariamoci a risolvere questo grave problema con l’ennesima stagione di convegni e di seminari su ‘come sarebbe bello il bel paese con il digitale e bla, bla, bla, bla‘. Dove una serie di non ben identificati pseudo-esperti di qualche cosa (la maggior parte delle volte sono esperti di lettura web e di copia e incolla) ci racconteranno delle mirabolanti avventure delle start-up della Silicon Valley, delle tante app che ci fanno vivere meglio, di come ci stamperemo la dentiera con una stampante 3D e di quella novità che si chiama internet (25 anni, ripeto 25 anni e ancora la chiamano innovazione) che è la cosa più bella, democratica e divertente del mondo.

A loro si uniranno amministratori delegati che diranno: ‘ehi ho scoperto l’eCommerce, che figata!‘. E tanti dirigenti pubblici che mostreranno come son riusciti a erogare servizi digitali 20 anni dopo dei loro cugini europei, spendendo 4 volte tanto. Ma bullandosi il doppio.

E il problema resterà irrisolto perchè tutti confonderanno tecnologie abilitanti con innovazione, internet con il digitale e markette con piani industriali.

Ok, fine del piagnisteo da vecchio rompiballe. Passiamo alla proposte?

La prima potrebbe essere una moratoria di almeno due anni. Zero convegni, zero seminari, zero chiacchiere. Tornare in trincea e risolvere i problemi di tutti i giorni che son tanti, perchè chiacchierando di digitale il paese non cresce.

Poi vorrei che si smettesse di parlare di digitale perchè è fuorviante. Parliamo di futuro e basta. Che ne dite?

Per ultimo direi ‘normalità’. Nel senso che il digitale non è per niente innovativo, è semplicemente una componente matura per lo sviluppo dell’economia come lo sono le strade asfaltate, i cavi elettrici e la carne in scatola.

 

9 Comments

      1. I miei amici Gigi Cogo e Luciano Ardoino allineati ! Bello, se non fosse che l’argomento è’ tristissimo. Aggiungo alla fuffa del digitale, la fuffa delle Startup, altro argomento su cui montare convegni, chiappare soldi per gli organizzatori e buttare via un po’ di soldi per illudere i ragazzi. Brutta roba. CIAO, ragazzacci !!

        Mi piace

  1. Concordo sul fatto che tutti quei convegni e seminari autoreferenziali siano inutili, così come hai ragione a dire che parlare di digitale come se fosse una cosa nuova e misteriosa di cui bisogna ancora approfondirne le potenzialità fa emergere ancor di più quanto siamo governati da una classe politica “provinciale”, sempliciotta, che ignora cosa succede fuori dai propri confini nazionali.

    Una quarta proposta: basta documenti/norme.
    Non ne posso più di leggere pagine su pagine di “nulla”, di copia/incolla di concetti e principi apparsi più di quindici anni fa! Siamo all’ipertrofia normativa (come dice Bonaretti sul suo bell’articolo “La parabola del cotechino”)

    Enrico

    Liked by 1 persona

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...