Asociale sarai tu!

Una presentazione di Roberto Scano e un tweet di Stefano Quintarelli mi hanno permesso di conoscere e poi conservare queste due foto che userò, ovviamente, nelle prossime slide!

2014-04-23 00.15.25

 

trainsocial

Così, il prossimo che si azzarderà a dire che lo smartphone, internet e gli altri cazzabubboli digitali sono solo strumenti che incentivano l’isolamento sociale, ci penserà su due volte.

Certo è vero, passiamo molto tempo, forse troppo, ma uno degli indubbi vantaggi derivati da questo uso conpulsivo è proprio l’aumento e il consolidamento delle relazioni sociali.

Ovvio, anche ai miei studenti del corso Social Media tutto ciò appare faticoso e ancora incomprensibile, ma cresceranno :)

Screenshot 2014-04-25 10.06.07

9 Comments

  1. OK, sono vecchia… Rimpiango la buona educazione, quando ci si chiedeva se fosse l’ora per telefonare, il presentarsi quando si riceveva una risposta, il considerare il rapporto dal vivo come prioritario… Soprattutto mi manca la possibilità di essere con la testa in un solo luogo, non essere contemporaneamente impegnata su più cose, è molto stressante soprattutto se uno si sente in colpa quando non risponde a un messaggio, mi sembra di non essere mai concentrata su ciò che faccio quando lavoro e di non essere mai libera quando non lavoro. Aggiungo che a casa mia è entrato uno dei primi cellulari in commercio (2 kg di batteria, il cavo che la collegava alla cornetta…).

    Mi piace

    Rispondi

  2. La differenza fondamentale è che leggendo la stessa cosa la gente poeva commentare e discutere. Con gli smartphone ognuno è prigioniero del suo mondo privato.

    Mi piace

    Rispondi

    1. La solita vecchia storia: io credo che se si vuole davvero comunicare (e di solito mentre si sta in treno, non se ne ha troppa voglia), si comunica.
      Cambiano forse gli spunti (non su cosa si sta leggendo magari, ma sul device stesso, perché no? Una volta per attaccar bottone mi hanno chiesto se mi trovavo bene col Kobo), ma se ci si vuole parlare non è questione di distrazioni, ma solo di voglia e di incentivi alla comunicazione.

      Mi piace

      Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...