Reality sociale

 

In questi giorni sto completando la mia terza opera editoriale sui sistemi di democrazia partecipata e sul governo 2.0

Nel mentre scrivo, provo anche a simulare possibili scenari che, grazie al web sociale, tenderebbero ad affermarsi.

Un piccolo esperimento si basa su un azione vera (alla Fixmystreet tanto per capirsi) tesa a segnalare a un amministrazione pubblica un particolare caso di inefficienza: http://bikemestre.blogspot.com

Su queste azioni sto provando a innestare una qualsiasi meccanica di interazione (via email, telefono, twitter, facebook, ecc.) ma mi accorgo che gli amministratori e i politici, sono del tutto assenti e impreparati, nonchè colpevoli di disattenzione totale. A tutti i livelli, anche fra quelli che si proclamano già partiti della rete: i grillini per capirsi.

Oggi ho provato anche a scalfire la reputazione, innondando bacheche Facebook e i vari account Twitter raccolti qui: https://twitter.com/#!/laDemocrazia_it/partiti-politici

Per ora lo scenario è desolante, ma appena esce il libro, alcuni numeri e delle considerazioni verranno rese pubbliche, anche perchè l’amministrazione della mia città si  vantata di essere una delle prime ad aver instaurato un rapporto dialogico con il cittadino.

Insomma, siamo all’ #epicfail

UPDATE: Ha risposto per primo: Simone Venturini – Capogruppo Unione di Centro del Consiglio Comunale di Venezia. Ha detto che si informa e mi sa dire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...