La speranza Soru

Torno sui temi politici perchè, dopo l’inebriante esperienza dell’insediamento di Obama, penso che abbiamo tutti il diritto di “sperare”!

Il nostro paese sembra ormai rassegnato ad altri 40 anni di berlusconismo (Scapagnini infatti prevede che il cavaliere duri in vita fino ai 120) e la cosa non mi entusiasma affatto.

Sia chiaro che considero il cavaliere ampiamente legittimato e probabilmente il miglior interprete della società italiana del terzo millennio che, fra l’altro, ha contribuito a modellare in prima persona. Chi mi conosce bene sa quanti amici elettori di centrodestra frequenti e come, con loro, dialoghi senza remore sulle ragioni di questa loro personale e legittima scelta.

Non dirò mai che chi vota Berlusconi sbaglia, anzi penso che ne abbia tutte le ragioni e spesso tutti i vantaggi.
Il problema è un altro ed è tutto dall’altra parte. Oggi in Italia c’è bisogno di opposizione e la Lega per prima se ne sta rendendo conto. Più dello stesso Berlusconi.

Ogni grande cambiamento strutturale ha necessariamente bisogno del consenso più ampio. Solo con normative semplici e semplificanti (leggi quadro che depennino migliaia di leggi e leggine sempre pronte a interrompere l’efficacia delle ultime promulgate) e, condivise da larghe maggioranze, il paese può tornare a crescere.

Purtroppo, invece, assistiamo al suicidio di massa della sinistra parlamentare (correnti e faide nel PD) e di quella extraparlamentare (diaspore incomprensibili e opportunistiche………..forse per accedere ai contributi elettorali).

Un Obama italiano non si vede all’orizzonte, ma Soru mi piace. Perchè?
a) E’ modernista
b) E’ aziendalista ma attento al sociale
c) Non è uomo di apparato (come lo sono stati Chiamparino e Cacciari altri leader, ora, borderline)
d) E’ coraggioso (la sua scelta di tornare alle urne è contraria alla legge fondamentale della politica: il compromesso)
e) Sa comunicare
f) Perde raramente la calma

Vi sembra poco? O vedete all’orizzonte qualcosa di meglio?

11 Comments

  1. Dirò di più, Salvatore… non solo i contenuti, ma anche i toni, i modi, i dati snocciolati al posto dei proclami basati su cifre inventate…@Gigi Cogo: io personalmente ho superato il concetto di ‘destra’ e ‘sinistra’. Un qualunque schieramento dovrebbe essere ‘movimento’, partecipare e far partecipare, proporre idee e rinnovamento, avere a cuore la ‘questione morale’, intendere la politica come ‘servizio’, occuparsi concretamente dei problemi anziché del come tenere il più possibile la poltrona.Tranne pochi, pochissimi casi, la politica sembra un’assicurazione sulla vita, e visti i privilegi che le competono, in tanti, in troppi cercano ‘un posto al sole’, e per arrivarci sono disposti a tutto (e si vedono i risultati).Per ora pare che la ‘sinistra’ sia troppo impegnata in beghe interne e appare distante dai problemi della nazione; le poche volte che ‘fa opposizione’ scatta un ‘no’ preventivo ma non delle proposte alternative. Anziché opporsi a leggi pericolose si parla di ‘dialogo’. Personalmente non mi attira una ‘sinistra’ del genere…

    Mi piace

    Rispondi

  2. vorrei fare notare il sito web di renato soru e la webtvhttp://www.renatosoru.it/webtv/index.htmla me pare notevole per i contenutirispetto all’indiretto concorrentegiudicate voi:-)

    Mi piace

    Rispondi

  3. @Alberto M,assolutamente daccordo. Senza faziosità o proclami da guerre di religione che, purtroppo di solito si ritorcono contro, il nostro compito è quello di parlarne qui, ma anche qui e in ogni dove. Passando parola dal digitale all’analogico.In sostanza, quello che deve fare la sinistra è tornare “movimento”, come lo era stata in passato. Non solo gestione del potere e del’intrigo. Una sisnistra moderna ma movimentista (gli esempi della campagna di Obama lo insegnano) che sfrutta il passa parola e il lavoro dei gruppi di giovani volontari. So che in Sardegna, molto più in piccolo sta succedendo.

    Mi piace

    Rispondi

  4. @Gigi Cogo, il problema è che negli USA Obama non ha trovato di fronte una situazione dell’informazione appena paragonabile a quella italiana… In America credo sia anche solo impensabile la figura di un Presidente che controlla direttamente tutta l’informazione o quasi…Quanto ai nuovi media, gli accessi ad Internet in Italia calano; i pochi che si informano tramite la rete spesso non riescono a diffondere queste informazioni a chi li circonda, anche perché spesso, da parte di questi ultimi, c’è una sorta di rifiuto per ‘partito preso’…In pratica è come giocare una partita a scacchi con qualcuno che possiede ‘molte più torri e regine’ e che di tanto in tanto stravolge le regole del gioco…È una sfida durissima, ma spero che i Sardi sapranno dimostrare maggiore saggezza rispetto agli Abruzzesi (cfr. il blog di ByoBlu e il sito dell’onorevole Carlo Costantini).In particolare, penso occorra lavorare nel passaparola, attingendo a quel vastissimo bacino dei possibili astensionisti…La posta in gioco è troppo alta per sentirsi ‘esentati’ da un simile compito…

    Mi piace

    Rispondi

  5. Al momento attuale Soru è pound per pound, la migliore alternativa a Berlusconi, ihmo:- Gli tiene testa, anche a muso duro e non accetta battutine varie- E’ serio, e non ci sono dubbi sulla sua “morale” anche riguardo a Tiscali.- Si è dimesso da una carica, cosa nuova o quasi per l’Italia, e ha fanculato in buona sostanza il PD.Per tutta una serie sconosciuta di motivi, il PD lo ha tenuto nascosto in “esilio” in sardegna e quando gli è scoppiato in mano la bomba non ha saputo gestirla e farne buon uso.Insomma il PD come al solito si è perso in tutte quelle “mosse” che dovevano essere escluse dal nuovo soggetto politico, il più grande.. bla bla che ogni 2×3 Veltroni ci ricorda

    Mi piace

    Rispondi

  6. @Paola,e avesse lasciato parlare il candidato avreste assistito a un miracolo in diretta.Quando mai Berlusconi lascia qualcosa agli altri? Tutta la sua vita è basata sull’appropriazione.

    Mi piace

    Rispondi

  7. ‘Intelligente è colui che sa adattarsi ad ogni circostanza.’Ecco cosi è Soru! Non come il presidente del consiglio che viene in Sardegna a raccontar freddure: il sardo ha uno ‘humor’ diverso dal brianzolo e se ne deve fare una ragione.Viene a parlarci di Kaka, ma noi tifiamo Cagliari.Propone un candidato presidente e lo accompagna ovunque, ma non lo lascia parlare.Sta falsando in maniera plateale la campagna elettorale servendosi di tutto l’apparato che compete al suo ruolo.Non ha un programma per la Sardegna se non quello di trasformarci tutti in camerieri o giardinieri. Etc.Etc…Soru non racconta barzellette, lascia parlare le persone con le quali si accompagna, non ha neanchè l’autista figuriamoci le guardie del corpo, ha un ottimo programma nel quale prevede per i giovani sardi solo posti con alta specializzazione.Ecco per tutto questo MEGLIO SORU.

    Mi piace

    Rispondi

  8. @Alberto Mti ringrazio per le precisazioni.Penso che per battere la disinformazione non sia necessario costruire un altro impero mediatico ma usare i nuovi media, come ha fatto Obama.Ciao

    Mi piace

    Rispondi

  9. Al suo elenco aggiungo:- Difende l’ambiente dalla cementificazione selvaggia;- Promuove lo sviluppo dei paesi dell’interno, per troppi anni in secondo piano rispetto a quelli costieri;- Recupera il maltolto grazie alla vertenza sulle entrate;- Si batte perché il governo elimini quello scandaloso monopolio affidato alla Tirrenia;- Mentre il governo taglia sull’istruzione, lui INVESTE sull’istruzione e più in generale sui giovani;- Ha ridimensionato l’enorme debito regionale, ereditato dalla gestione del centrodestra;- Ha semplificato e snellito la burocrazia regionale;- Parla ai cittadini senza la ‘cortina’ di guardie del corpo;- etc etc etcSul suo sito potrete trovare queste ed altre informazioni! La cosa peggiore è che tanti sardi non sono a conoscenza di questi dati, in quanto tenuti all’oscuro dalla disinformazione (verificate a chi appartiene il principale quotidiano sardo e la principale televisione sarda; domandatevi anche perché in cinque anni il presidente Soru non sia mai stato intervistato da costoro, e anzi sia stato quotidianamente bersaglio di attacchi gratuiti).

    Mi piace

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...