Alzare la testa

Chi mi conosce bene sa che sono orgoglioso di lavorare nella Pubblica Amministrazione e provo ogni giorno ad offrire un modestissimo contributo per l’innovazione di questo settore.

Chi mi legge con frequenza sa che uso il blog come pungiball per le mie frustrazioni, come posto ideale dove cazzeggiare e come strumento per condividere conoscenza e mantenere salde le relazioni sociali.

Ma oggi voglio parlarvi del mio lavoro e di un idea che mi è frullata per la testa e che sto ora condividendo con altri operatori della Pubblica Amministrazione che, come me, condividono la passione per l’innovazione. Quindi sarò maledettamente serio.

Piccola precisazione per i lettori: “Se siete fermamente convinti che tutti i dipendenti pubblici siano dei fannulloni e che l’unica cura per innovare la PA sia mandarli tutti a casa, fermate qui la vostra lettura e puntate il mouse da qualche altra parte“.

Nella Pubblica Amministrazione italiana ci sono molti operatori che hanno ben interpretato al funzione di Public Servant e alcuni di questi, da un po’ di mesi, si trovano su www.innovatoripa.it. Immagino che qualcuno storcerà il naso e dirà:”un altro social network?”. Beh!, nella Pubblica Amministrazione non è facile fare qualcosa di “informale”, “disintermediato” e come si dice in gergo, senza “commitment”. Eppure, grazie agli amici del Formez, ce l’abbiamo fatta.

Certo, la regola è sempre quella dell’ 1-9-90 ma alcuni di noi ci stanno dando dentro per davvero.
Detto questo, sia come presentazione, che markettone per promuovere la rete degli innovatori, passo alla parte più difficile.

Un giorno mi è venuta l’idea di fare qualcosa di ancora più bizzarro e ne ho parlato con Gianni. Così è nata l’idea di un Barcamp per gli operatori della Pubblica Amministrazione. Lo so, sarebbe una cosa ovvia e naturale conversare in modalità disintermediata sull’egovernment, sui servizi di edemocracy, sul digital divide, sull’innovazione dei processi, ecc. ecc. Ma non è scontato. La Pubblica Amministrazione non conversa. Ovvero ha appena iniziato a conversare grazie anche all’ostinazione di molti innovatori che, senza commitment, hanno provato a mettere in piedi sistemi di dialogo, di survey, rating e raccolta di feedback. Ovviamente sul web, ma non solo.

Chi mi legge su questo blog sa che spesso scrivo articoli su queste esperienze che, se sono ovvie evoluzioni del mondo web per le aziende e per la società, non lo sono per la Pubblica Amministrazione.

Ma noi siamo ostinati, il 12 e 13 Maggio 2009 ci proveremo: http://barcamp.org/InnovatoriPA
Abbiamo anche un gruppo su Facebook, poteva mancare di questi tempi? http://www.facebook.com/group.php?gid=37151409617&ref=mf

Ora si tratta di far baciare il rospo, e tutti noi blogger della PA ci proveremo, comunicando da qui a Maggio questa idea. Certo, molti saranno prevenuti, storceranno il naso e forse saremo pochi, ma abbiamo l’ostinazione di chi ci crede. E vuoi vedere che qualche politico quel giorno verrà in jeans e maglietta a contaminarsi con noi? I ci scommetterei due cents!

Da qui inizia una comunicazione che si svilupperà su tutti i canali possibili, quindi se c’è qualche Public Servant mascherato da blogger è bene che faccia outing e passi a trovarci su : http://www.innovatoripa.it e se qualche lettore ha idee sul come contaminare, beh! Son tutto orecchie.

5 Comments

  1. IL NOSTRO MOVIMENTOFinalmente ci siamo!E’ nata l’Unione Nazionale Italiana degli Impiegati Statali: “U.N.I.STAT.” Un movimento libero, autonomo ed indipendente: lavoratori e pensionati dello Stato uniti per dare vita alle aspettative del “popolo delle buste paga”.Un popolo fatto di gente che “campa” di stipendio e che non ha la possibilità di adeguare autonomamente le proprie entrate al costo della vita.Un popolo che non si sente adeguatamente rappresentato in parlamento da “questa” classe politica, nè sufficientemente tutelato sul posto di lavoro da “questi” sindacati che dovrebbero difendere il potere d’acquisto di salari e pensioni. Un popolo che ha più volte palesato su queste pagine la necessità di un soggetto politico “nuovo”. Ebbene, adesso, il movimento c’è, è nato! L’UNISTAT si batte per il miglioramento della qualità della vita dei lavoratori dipendenti e dei pensionati. Obiettivi primari ed inalienabili dell’UNISTAT sono la democrazia, l’uguaglianza, la libertà e la giustizia sociale. L’UNISTAT avversa il tentativo di abbattere gli istituti di democrazia istituzionale vigenti che, anzi, vanno quotidianamente e senza soluzione di continuità, arricchiti di democrazia sostanziale e quindi di contenuto socialmente valido. Accetta e difende i principi e le finalità della Costituzione Italiana e, pertanto, si proclama pluralista dal punto di vista ideologico, politico e religioso, nel convincimento che la persona umana non ha frontiere, nè barriere fisiche, nè psichiche e che l’individuo deve continuamente anelare alla pace, alla democrazia, alla giustizia ed alla libertà nel completo rispetto delle leggi, ma combattendo con fermezza tutto ciò che ad esse costituisca attentato. Ai nostri amici, ai nostri lettori, a tutti i nostri sostenitori – iscritti e simpatizzanti – non verrà mai chiesto alcun contributo economico d’iscrizione, ma soltanto di “PARTECIPARE”!La Segreteria Nazionale

    Mi piace

    Rispondi

  2. In questo momento non ho la testa per assumere impegni e responsabilita’, ma se ti servono 2 manine svelte sulla tastiera, una voce, un’aiuto col wireless in sala, o qualunque altro contributo (lavoro da scimmia) sono in grado apportare da remoto… non ti far problemi a chiedere…

    Mi piace

    Rispondi

  3. E’ un ottima iniziativa per dimostrare a quell’imbecille di Brunetta che c’è un sacco di gente nel pubblico che lavora bene, con passione e dignità. Non mi firmo perchè denro il mio Ente c’è un clima terribile.

    Mi piace

    Rispondi

  4. L’idea è ottima, e mi piacerebbe partecipare (come ex dipendente, volontariamente dimesso, primo caso assoluto nella PA in cui lavoravo, e non perchè ho vinto al Lotto ma perchè cercavo un lavoro molto più stimolante e l’ho trovato).Tienimi al corrente :)simone punt0 brunozzi chiocciola gmail eccetera.

    Mi piace

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...