Comunicare in modo costruttivo sul Web è come camminare sulla neve fresca .. SI SPROFONDA! … Mettiamoci le ciaspe :-)

di Luigi Bertuzzi @ w2wai.netPost precedente

Sulla neve fresca, per camminare senza sprofondare, bisogna mettere sotto i piedi le racchette, o ciaspe, o ciaspole ..

La comunicazione interpersonale sul Web ha lo stesso problema; non ha però ancora nulla che permetta a chi non vuole sprofondare di fare come si fa sulla neve .. ciaspolare ..

Senza qualcosa che offra alla comunicazione interpersonale sul Web un .. supporto .. tanto vale ricordare e imitare Fats Waller, quando scrive una lettera a se stesso e fa finta di averla ricevuta da chi vorrebbe gli scrivesse .. ;-)
http://blip.fm/_/swf/BlipEmbedPlayer.swf
A chi s’interroga sull’identità delle persone nelle reti aziendali, come fa Giacomo Mason, sono andato a commentare, chiedendo come possa tornare utile ..

clipped from www.splinder.com

… porsi il problema di rappresentare l’identità delle persone in comunità aziendali, se prima non abbiamo acquistato un’identità come e-persone in reti sociali, a monte di ruoli nel business, nell’amministrazione pubblica, eccetera.

Usiamo (male) e-mail ed e-commerce da una vita. Parliamo in modo inconcludente di e-learning, e-governement, e-democracy. Tutte cose che hanno un senso solo in un mondo (realtà) popolato di e-persone.

Non siamo ancora capaci di essere e-persone.

Se io potessi essere un e-nonno dovrei poter avere un rapporto interlocutorio con e-figli ed e-nipoti (tutti coloro che possono chiamarsi tali per età anagrafica) e dovrei poter comunicare con loro su argomenti che non sono stato capace di fare oggetto di comunicazione con i miei figli reali .. e che sto rischiando di non riuscire a fare oggetto di comunicazione con i miei nipoti reali.

Un casino eh?

Sto pensando a come esprimere meglio la cosa.

blog it

Chi abbia provato per un po’ l’uso del Web e dei suoi strumenti (le reti sociali in particolare), potenzialmente utili a stabilire relazioni collaborative, giungendo a concludere che ..

  • è troppo difficile
  • non siamo ancora capaci di servircene per un problema di tipo comunicativo

.. sappia che a Voltago Agordino è arrivata la neve .. e alla Malga Agner, fotografata dal mio amico Duilio, già adesso passa il metro …

Sarebbe una buona idea passare una giornata in compagnia, a camminare tra gli alberi, nel silenzio e nella magica atmosfera delle montagne innevate.
Di escursioni facili ce ne sono tante; partendo da Voltago o scegliendo percorsi poco lontani, come per la gita al Bivacco Menegazzi.

L’albergo La Stella Alpina potrebbe essere il punto d’incontro, ad esempio Sabato 17 Gennaio.

La sera di Sabato 17 Gennaio 2008 potrebbe essere dedicata a inquadrare un discorso su ..
COMUNICAZIONE per fare Innovazione usando il Web, magari pensando al Turismo

… con lo spirito di ciò che avremo visto e sentito durante il giorno.

A chi può interessare .. tenendo conto che conviene decidere pochi giorni prima .. per avere qualche idea del tempo che farà?

Tra il 14 e il 18 Dicembre darò maggiori informazioni sulle probabilità che questa idea diventi ..
un’iniziativa .. un incontro .. l’avvio di un’esperienza .. da fare evolvere usando un ambiente Web condiviso da persone che (in quell’ambiente) si riconoscono.

Un saluto da Luigi che .. usa un Blog per trovare interlocutori disposti a farsi un’identità sul Web :-)

15 Comments

  1. Esav, aka Enore, e per la polenta non ti fai vivo? Gino,per la nord dell’Agner si deve andare in Valle di San Lucano .. a dieci minuti da Voltago; la bozza di annuncio adesso è in attesa di feedback “locali” sulla possibilità di metterne in giro una versione stampata.Vedremo ..

    Mi piace

    Rispondi

  2. Luigi, io le ciaspole le ho! (e in quanto a scorrazzare per le dolomiti, non mi son mai tirato indietro… anche per ritrovarsi al cospetto della nord dell’agner…)

    Mi piace

    Rispondi

  3. Gino, è comunque un’esperienza che val la pena tentare di fare, anche per vedere se le condizioni per farla (finalmente) ci sono.Proverò a pubblicare un annuncio entro oggi, da stampare e mostrare in giro sul territorio, oltre che sul Web.Sto pensando a qualcosa del tipo .. i cittadini del Web (o della rete) e del territorio s’incontrano per una ciaspolata .. e per scoprire insieme come tenersi in contatto e scoprire nuove opportunità ..Vado a parlarne con qualche .. indigeno .. ;-)

    Mi piace

    Rispondi

  4. Mi sto rendendo conto che la forza delle relazioni nel web (e quindi la particolarita’ di creare un’identita’ virtuale in internet) sta proprio nel fatto che investe una parte limitata della nostra individualita’ e dei nostri legami sociali.Un tempo avevo piu’ fiducia, e pensavo che lo strumento avesse una sua propria capacita’ di facilitazione, ora penso che abbia solo una capacita’ di semplificazione. Cioe’ funziona come quando si guarda con quegli strumenti sensibili al calore: puoi dire che vedi meglio solo se ti interessa vedere cio’ che emana calore, e di tutto il resto non te ne frega nulla.Una ciaspolata in carne ed ossa, neve e freddo compresi, equivale proprio a spegnere quel dispositivo e scoprire tutto un mondo di particolari intorno, che non emanando calore, prima non ostacolavano, ma nemmeno arricchivano, la visione delle persone intorno.

    Mi piace

    Rispondi

  5. Nicola, questo tipo di cose ha creato il Web ma .. non è questo tipo di cose che lo sta facendo evolvere.L’invito che ho immaginato di rivolgere ai membri di una rete sociale esistente è mal frasato e male indirizzato.Dovrebbe essere revisionato per indirizzarlo, in modo chiaro e comprensibile, a chi ancora il Web non lo usa .. per creare l’opportunità di iniziare a farlo con vero spirito innovativo.

    Mi piace

    Rispondi

  6. Bellissimo…sono queste le cose che creano il Web? Lasciamo allora tutto così…come lo è adesso! Lasciamo che il web si sostituisca al “messo” e alla “lettera” facendo in modo di interlacciare relazioni sul piano virtuale per poi divenire “reali” in incontri dove sono le persone il centro delle attività! Il web ci mette in contatto virtualmente facendoci comunicare in modo costante aiutandoci poi a delineare un ambiente fatto di persone, Idee, principi e obbiettivi comuni…ecco a cosa serve il Web…è uno strumento a portata di “essere umano” e deve aiutare a migliorare le interelazioni personali…non lo sta gia facendo?Nicola Bandoni

    Mi piace

    Rispondi

  7. Il posto è quello.Questa volta si potrebbe scendere ancora più in basso; al piano di sotto c’è una sala piuttosto grande. Se poi ci si ritrova dopo l’emozione di una ciaspolata tra boschi in alta montagna .. l’effetto dovrebbe essere del tipo “n cittadini s’incontrano.. discutono 1 idea di comunicazione via Web e .. nascono n idee”; proprio come succede durante la pausa pranzo di ambienti come il CERN ;-)

    Mi piace

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...