Liberiamoci dalle liberalizzazioni

Il capogruppo Gasparri (qui ritratto in una foto di archivio)

ne sta preparando un altra delle sue. Non dimentichiamo che il campione ha già dato sul digitale terrestre e dintorni!

Con disegno di legge numero 863 (se verrà approvato) straccerà le disposizioni contenute nel decreto Bersani, che avevano cercato di eliminare (in parte) la lobby dei farmacisti.

A quanto sembra, infatti, i farmacisti hanno votato per la PDL, quindi è giusto “liberarli” dalle “liberalizzazioni”.

Complimenti!

p.s. nel caso le 2000 parafarmacie dovessero chiudere si profilerebbe un disastro pari ad Alitalia, per lo meno per numero di occupati fra i proprietari e i dipendenti delle stesse. Ma i giornali ovviamente non ne parlano.

4 Comments

  1. Ragazzi suvvia, sono i migliori che emergono no!Ci sarà un perchè certi geni della lampada sono al potere e noi solo qui a criticarli.Ovviamente tutto ciò si riflette sui RISULTATI di questo paese. I migliori talenti ci governano e l’Italia tutta migliora! O no?

    Mi piace

    Rispondi

  2. Metti che sei in pace con te stesso perché lei non ha niente da dire ché le hai dato una mano in casa. Metti che anche il tuo personale Brunetta non borbotta ché non soltanto sei stato presente al lavoro, puntuale e quant’altro ma hai anche suggerito qualcosa di positivo. Insomma proprio mentre un senso di meritata tranquillità di pervade, in quel rarissimo minuto durante il quale la percezione di una serena quiete t’avolge e tu sei li, immobile, a godertela ché in fondo non sei più cattivo di altri visto che, inflazione o no, due soldini da parte sei riusciti a metterli, due amici e un paio di birre fredde ci sono sempre, e la tua squadra del cuore ha pareggiato… Proprio in quel frangente in cui ti senti calmo, rilassato, placido e disteso ecco che ti viene da pensare come Gasparri stia riflettendo su qualche nuova idea. Ed è subito sera (…direbbe il poeta).

    Mi piace

    Rispondi

  3. ha! ha! ha!bella claudio!però fossi in te non gli darei questo suggerimentoi nostri onorevolidi solito fanno orecchie da mercantealle richieste del popoloma la liberalizzazioneche suggeriscisono certo che l’accetteranno di corsa(chissà come mai non ci hanno ancora pensato ?)mi aspetto anche io una liberalizzazione”la liberalizzazione della giustizia”Liberalizzare la giustizia,che bella ideagià mi prefiguro i titoli dei giornali.”Signor giudice non sono un assassino. In pieno spirito liberale, mettendomi in virtuosa concorrenza con gli apparati dello stato, al fine di realizzare notevoli risparmi, ho solo accellerato un farragginoso iter processuale!Signor giudice voi non solo mi dovete assolvere. Voi mi dovete premiare”:-)

    Mi piace

    Rispondi

  4. Mi chiedo quanto impiegherà il governo per abolire l’assurda norma per la quale ogni parlamentare non è libero di fissare i propri emolumenti, indennità, etc. Tale liberalizzazione, seguendo la logica (?) del ddl 863, potrebbe innescare virtuosi processi di competizione e libera concorrenza negli amministratori italiani, già molto virtuosi. A quando, invece, la liberalizzazione negli appalti, che tra l’altro comporterebbe notevoli risparmi, non dovendo più ricorrere a procedure di scelta farraginose, limitandosi agli affidamenti diretti, trasparenti e veloci?

    Mi piace

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...