Feedburner – work in progress – fino a quando?

Son sicuro che, la maggior parte dei lettori abbia la confidenza necessaria con i feed, altrimenti rimando alla guida pubblicata proprio su questo blog e disponibile come eBook.
La guida, sarà presto integrata con l’ultima novità dovuta alla completa "presa in carico" da parte di Google del servizio di Feedburner dopo l’acquisizione dello stesso avvenuta un anno fa.
E’ degli ultimi mesi, infatti, l’annuncio dell’ integrazione completa e definitiva del servizio feed nell’account utente di Google, dovuto anche alla spinta che Google ha dato al servizio di Adsense per convincere i tenutari di blog e siti web ad integrare anche la pubblicità nei feed rss. Prima, infatti, i due account erano separati (adsense nell’account di Google, Feedburner autonomo). Tutto bene. Tutto più comodo. Di primo acchito!
Sennonchè proprio il passaggio che doveva essere indolore può generare diversi fastidi e una considerevole perdita di utenza.
Dopo la lettura dell’entusiasmante email di Google, che avverte del successo dell’operazione e del definitivo passaggio, ecco come appare il mio pannello di Feedburner.
Lo sconforto, ovviamente, è totale, ma non facciamoci prendere dal panico. Vado ad interrogare il pannello e, sembra, che qualcosa sia ancora "work in progress" perchè un minimo di statistiche vengono evidenziate.

Anche se la tragedia è totale. Il giorno prima i sottoscrittori erano più di 600 e ora sono ridotti a 384. Perchè questo?

Perchè Feedburner rimappa l’indirizzo sorgente dei Feed rss anteponendogli il nuovo nome di dominio: http://feedproxy.google.com. E qui la tragedia raggiunge il culmine.
Secondo Google, il trasferimento dovrebbe avvenire in modo indolore e i vari sottoscrittori (lettori di feed e combricola varia) dovrebbero passare dal vecchio indirizzo:
a quello nuovo:
Con questo risultato assolutamente esaltante

Ovviamente ho iniziato a mandare email allo staff, e anche con un tono abbastanza pesante!

Il disservizio è grave. Gravissimo se pensiamo a chi fa business con questi strumenti.
Mi chiedo cosa pensino di questa genialata, quei talebani che sono sempre pronti a perdonare Google perchè considerato il grande benefattore della parte abitata della rete.
Nel contempo, cari lettori, non so che dirvi. Leggete gli articoli via blog, perchè non so quando potrò darvi un indirizzo corretto. Forse, faccio prima a sperdirvi gli articoli via email.
Grazie Big G!

Update: Ora ho due versioni, entrambe non fedeli alle ultime statistiche:

Versione integrata ad Adsense

Questa dovrebbe essere quella gestibile!

Versione nativa non più gestibile
e questa quella che usavo fino a ieri!

3 Comments

  1. io accedo sia con il vecchio account, sia con l’account Googleil problema è che i sottoscrittori passano da 2300 a 0!aspetterò ad usare la nuova url del feed, vediamo che succede

    Mi piace

    Rispondi

  2. Pensa che io non riesco neanche a collegarmi a Feedburner.com: ieri mi hanno attivato ma il redirect al Google Accounts (feedburner.google.com) mi da invalid request quindi non posso gestire più nulla del feed! Aspettiamo.

    Mi piace

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...