Ipotesi per un economia totalmente digitale

Sono un immigrato digitale! E lo sono convinto!. Nel senso che, dove e quando posso, mi avvalgo di tutte le facilitazioni che il mondo digitale offre!

Prova ne sia che considero, il nostro, un paese non ancora allineato ai sistemi di interoperabilità, di billing, di egoverment e di ebusiness in generale. E continuo a spingere perchè sia digitalizzato.

Poi, mi succede un fatto che mi distrugge psicologicamente e mi fa riflettere sul contributo dell’ “uomo” e dell’ “umanità” dello stesso uomo come fattore strategico per superare l’empasse delle tecnologie digitali.

Acquisto tre biglietti aerei via web (ovviamente) con carta di credito (ovviamente) ricevo l’sms (ovviamente) dalla mia banca e l’email (ovviamente) da Alitalia.

Che bello, come è semplice essere “digital immigrants” e sfruttare a pieno le tecnologie digitali.

Due giorni dopo faccio un acquisto con carta di credito. Sorpresa: “importo non diponibile” ……..carta prosciugata.

Mi collego via web (ovviamente) al mio home banking e mi accorgo che sono sotto soglia, anzi proprio in negativo. Ma come, ho speso 1300 Euro per i biglietti aerei e ho altri 1300 Euro dovrebbero essere disponibili fino a fine mese. Così dice il mio plafond e la matematica. Santo dio ho un plafon da 2600 Euro che meno 1300 mi DEVE DARE ALTRI 1300 DISPONIBILI.!

E invece? Invece succede che secondo Alitalia la mia carta di credito non è tale. E’ un carta di debito!

Follia. Non è vero! Chiamo la banca, chiamo Visa, tutti mi danno ragione. Ma Alitalia sostiene che per cautelarsi, blocca il doppio dell’importo per 20 giorni circa.

Mi arrabbio passo ore al telefono. “Sono un socio Ulisse ho i miei privilegi, esigo rispetto, possibile che non vi fidiate di chi fa centinaia di ore volo con voi?”

Puntata numero 2: la beffa!

Il viaggio che ho acquistato prevede anche un alloggio che ho prenotato via web (ovviamente) con carta di credito (ovviamente) e di cui ho ricevuto emal di conferma (ovviamente). Ma come è facile e comodo essere “digital immigrants”!

L’albergatore mi scrive: “caro mio, tu te lo sogni l’albergo, la tua carta è prosciugata”! Dagli torto tu. Mannaggia.

Sento al mia banca che non mi può tutelare, non può mettersi incontatto con Alitalia, non ci sono accordi. Ma come, siete uomini, parlatevi!
Risento Alitalia, mi da ragione, hanno sbagliato: “Faccia reclamo!”

E i miei soldi? Bloccati dai sistemi informatici. Forse riusciamo a sbloccarli in 15 giorni!

Chiedo di intervenire con uomini, non con macchine. Oddio comincio a odiare l’informatica e i sistemi di pagamento digitali.
Io? Si proprio io!

Come andrà a finire non lo so!

Assurdo! E pensare che nel prossimo numero della rivista eGov di Maggioli ho scritto un articolo, a mia firma, con una vera esaltazione dei sistemi di pagamento via telefonino cellulare. Io, si proprio io, quello gabbato dall’informatica.

2 Comments

  1. Niente paura, è successo a tutti. Tra un paio di settimane Alitalia ti sbloccherà la somma. Il brutto quarto d’ora che si passa, bruttissimo, ha originato il massiccio passaparola di evitare come la peste i biglietti on-line di Alitalia. Questa bella pubblicità non li ha evidentemente arresi…contenti loro.Ciao!Patrizia

    Mi piace

    Rispondi

  2. ma tu ci pensi che quei 1300 euro in più che si sono presi quei simpaticoni di Alitalia non sono che una minima parte di quanto esce da anni dalle tue tasche per mantenere in vita quell’azienda e per dare quei pochi spiccioli (12.000 euro al giorno!!!) al suo capacissimo presidente?Stefania

    Mi piace

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...