La scheda di rete (Nic)

La Nic (Network interface card) è la scheda di rete che viene montata a bordo dell’elaboratore (pc o server) per permetterne il collegamento, attraverso apposito cavo, con i restanti elaboratori e/o apparati della rete locale.
Le foto mostrano com’e’ fatta esternamente una scheda di rete:

Dal punto di vista puramente estetico la Nic è simile alle altre schede che possiamo trovare all’interno di un personal computer (scheda video, scheda audio, modem interno ecc.). Essa va inserita p.c. con precauzione, dotandosi di appositi guanti e, soprattutto, assicurandosi che il cavo di alimentazione del p.c. sia staccato dalla presa elettrica.Il settaggio richiede, quasi sempre, l’acquisizione di uno o più driver del costruttore che ne permettono la configurazione nel sistema operativo adottato:

La scheda di rete e’ dotata di un microprocessore, uno zoccolo per la Eprom (che ci permette di usare la scheda di rete per l’avvio, il boot da remoto). Al lato, nella lamina metallica, troviamo il connettore per il cavo utilizzato per la nostra tipologia di rete ( Rj-45 – figura 1 o Bnc ed Rj-45 (chiamato jack) in combinata – figura 2) . Alcune distribuzioni Hardware integrano la scheda di rete direttamente sulla scheda madre del p.c.. In questi caso i chip, e i circuiti della Nic, sono identificabili esclusivamente dalle indicazioni del costruttore e dalle connessioni ai connettori esterni sulla scheda madre che saranno sicuramente del tipo Rj-45.

Una Nic comunica con la rete attraverso una connessione seriale, mentre comunica con il computer attraverso una connessione parallela. Ogni scheda necessita di un indirizzo IRQ e di un indirizzo di Input/Output. Per i sistemi basati su Dos o Windows 95 è necessario, inoltre, riservare un indirizzo di memoria alto (fra i 640 kilobytes e 1 Megabyte) per permetterne il funzionamento. Un IRQ (Interrupt request line) è un segnale che avverte la CPU quando avviene un evento che abbisogna del suo supporto. L’ IRQ viene spedito alla CPU attraverso un canale hardware (una rete interna al p.c.). L’indirizzo di I/O è la locazione della memoria sulla quale vengono inviati o spediti i dati che entrano ed escono da un computer attraverso le periferiche esterne e/o ausiliarie.

La scelta della schede di rete deve prendere in esame tre elementi fondamentali:

* Tipo di rete: Ethernet, TokenRing, FDDI ecc.
* Tipo di media: Cavo Tp, coassiale, fibra ottica ecc.
* Tipo di slot (bus di sistema) del p.c.: Isa, Pci ecc.

I computer portatili e i notebook usano schede di rete speciali che trovano alloggiamento nello slot di espansione PCMCIA. La foto illustra una tipica scheda PCMCIA per rete Ethernet:

La foto seguente mostra dei tipici connettori esterni delle Nic

La rete che desideriamo costruire, e che ci permetterà di collegare i nostri computer, puo basarsi su due diversi tipi di collegamento (cablaggio) : puo’ essere del tipo Tp (Rj-45) o Bnc (Rg-58) come illustrato nel disegno che segue:

Connettore BNC (Bayonet Neill-Concelman)

Il BNC e’ un particolare tipo di connettore dalla forma cilindrica a innesto usato per le reti del tipo Ethernet su cavo coassiale sottile.

Lo si infila a mano sull’apposito innesto, a baionetta, e quindi lo si blocca in posizione ruotandolo di un quarto di giro in senso orario. Questo tipo di connettore e’ in grado di garantire un ottimo aggancio che chiunque puo’ realizzare a condizione di disporre di cavi gia’ preparati, cioe’ gia’ dotati di connettore BNC montato su entrambi i lati del cavo che desideriamo utilizzare. Connessione dunque facile da effettuare ed abbastanza sicura sicura (bisogna pero’ che il cavo non sia troppo curvato).

Il disegno mostra la struttura degli attacchi BNC:

La foto seguente mostra diversi connettori del tipo BNC usati per i cablaggi coassiali:

Connettore RJ-45

La classica presa simil-telefonica a otto pin (poli) che viene utilizzata per le reti su doppino. E’ un tipo di connessione piu’ recente rispetto alla BNC e piu’ pratica (puo’ sfruttare la linea telefonica gia’ presente ed il cavo puo’ essere curvato). Decisamente molto affidabile e pratica. La presa e’ presente sia sulla scheda di rete sia sul concentratore (detto HUB) a cui la scheda deve collegarsi. Il doppino presenta ai due estremi spine che s’innestano direttamente nelle prese dedicate. Esistono, lo segnialiamo, due tipi di cavi : dritti (per il collegamento all’HUB) ed inversi (usati per il collegamento di due soli personal computer senza dover utilizzare l’HUB).

Il disegno mostra la struttura degli attacchi (Jack) RJ-45:

Collegamenti di rete tipo Tp: questo tipo di rete utilizza per la connessione dei cavi simili a quelli usati per i telefoni ma leggermente piu’ grandi (sono dotati di otto pin – poli) . Per questo tipo di connessione useremo il tipo di connettore Rj-45. questo tipo di collegamento e’ piu’ recente rispetto al classico Bnc.
La foto che segue mostra alcuni cavi TP:

Connessione di rete tipo Bnc: questo tipo di rete utilizza dei cavi coassiali (simili a quelli usati per lee antenne tv) BNC inventati da Neill-Concelman . Assomiglia molto a quello dell’antenna televisiva e in effetti è costituito da un anima in rame, da una schermatura e da una guaina proprio come quello della TV.

Il disegno che segue mostra la tipica struttura del cavo coassiale:

One Comment

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...