Cerca

webeconoscenza

Tag

musica

Padre e figlio

Morirò prima o poi, e quando morirò seppellitemi assieme a un cazzabubbolo che trasmetta Soul Sacrifice in loop.

Oggi ho discusso parecchio su Facebook con diversi amici sul senso del termine ‘musica’ e soprattutto ‘musicista’ piuttosto che ‘strumentista’.

Certo, per il più giovane dei miei figli le cose son diverse. Lui, assieme a diversi milioni di coetanei, definisce musica ciò che viene prodotto su un palco con dei computer e un po’ di effetti speciali.

Sto invecchiando, mi mancano riferimenti solidi. Forse non so accettare la logica evoluzione, ma giuro che posso provarci. Sigh.

Però non dimenticatevi di soddisfare il mio ultimo desiderio.

Carlos Santana, Gregg Rolie, Michael Shrieve, Michael Carabello, Jose Chepito Areas dove siete?

Forever Young

E vabbè. Lo avete voluto! Eccola.

Un modo per sentirsi: FOREVER YOUNG

Questa è la mia playlist Anni ’80 pronta per la vacanza. 50 pezzi mitici, IMHO!
Suggerimenti? Manca qualcosa? Please, commentate qui o sui social, la vorrei perfetta e completa.

p.s. esclusi dalla playlist i monumentali Talking Heads di Paul Weller e gli immens Japan di David Sylvian che hanno una loro collocazione esclusiva.

Leggerezza

Non sono mai stato un fan di Lucio Dalla e son sicuro di non aver mai acquistato un suo disco.
Ciò non toglie che le sue canzoni le conosco tutte, le canticchio e le fischietto in modo spensierato perchè sono leggere nei contenuti e leggere nei sentimenti.

Ecco, quando sento parlare di musica leggera penso a Dalla, perchè leggera non significa banale, piuttosto significa ‘non pesante’.

Aveva questo pregio che altri cantautori ‘impegnati’ non hanno mai posseduto. Provate a fischiettare il motivetto di ‘Com’è profondo il mare’ e gustatevi la leggerezza.

Social music

Continuano le mie noiose disgressioni sui nuovi modelli di fruizione della musica.
Dopo i dubbi espressi prima del lancio di iCloud e iTunes Match, faccio un ulteriore capriola in avanti verso uno scenario di fruizione sociale che, grazie alle sincronizzazioni e condivisioni varie nonchè “matching” garantito e voluto da Apple (anche dei brani piratati), potrebbe aprire a un uso più social di questi servizi sulle nuvole.

Dunque, tagliamo corto e proviamo a immaginare questo: http://wavelength.fm/gigiroom

Sto leggendo ora le policy, e la cosa mi intriga parecchio! Mi sa che è un esempio che Apple potrebbe prendere in considerazione per buttare via Ping che è una vera fetecchia!

Se bastasse una canzone

Negli anni ’70 ho raggiunto la maggior età e ho vissuto i miei vent’anni. Ringrazio Dio per questo.
Erano anni di contraddizioni e di contrapposizioni non c’era internet e l’offerta tv era limitata a due canali. Erano anni di passione, di follia e una gran voglia di conoscere ci accumunava tutti.

In questi giorni di relax al mare indosso spesso le cuffiette e mi sparo delle playlist favolose. Ovviamente sono brani degli anni ’70 che spaziano dal rock alla soul-disco, dal country al pop. E mi tornano alla mente quegli anni, ogni canzone porta con se ricordi, momenti, pensieri, pezzi di vita che è valso la pena vivere.

C’era Carlo Massarini a raccontarci la musica in radio con Supersonic, c’erano le riviste in edicola (Il mucchio selvaggio era la mia preferita), il resto era passaparola.

Avevo voglia di condividere questi pensieri, tutto qui.

I Started A Joke – 1969

Introducing the New RollingStone.com

Il sito del mitico RollingStone (43 anni di carriera), da domani sarà tutto nuovo.

Fra le tante novità, la possibilità di ascoltare sul web la musica relativa alle recensioni pubblicate on-line.

RollingStone

Per i sottoscrittori a pagamento, pieno accesso all’archivio completo. Mezzo secolo di musica rock a portata di mouse!

Somewhere Over the Rainbow

Sto bene, sto bene, tranquilli :-)

Volevo solo condividere questo pezzo che, spesso, mi serve per ricaricare le pile.
p.s. alzate il volume!

Il paese della cultura

6 Marzo a Roma. Mancavano 4 (quattro) minuti alla fine dell’esecuzione: http://www.ilmattino.it/articolo.php?id=93633&sez=ITALIA

TuneLyrics

Ci son tanti progammini che fanno bene questo lavoro ma TuneLyrics (giunto oggi alla versione 0.7) è innanzitutto freeware e poi io mi ci trovo bene, quindi lo condivido per chi vuol provarlo. Diciamo che le canzoni le becca tutte, e le copertine pure.

Enjoy

TunelLyrics

Alla sera

Alla sera, a bordo piscina dell’ Hotel, strimpellano le solite musichette estive un po’ nostalgiche, un po’ tamarre, un po’ vintage. Quando lo sfracellamento di zebedei arriva al top, allora attaco l’iPod o lo Zune (che condividono le stesse canzoni) e mi sparo questo pezzo per sentirmi meglio.

Blog su WordPress.com. | The Baskerville Theme.

Su ↑