Cerca

webeconoscenza

Tag

Boston

Appunti di viaggio n.5

Visto il periodaccio di pioggia, anche sabato scorso mi son rimesso a riordinare le foto dell’ultimo viaggio. Impresa ardua, ma ce la posso fare :-)
Ed è così, in un momento di poca creatività e di scarsa interazione col blog, che butto giù alla rinfusa ulteriori pensieri, ricordi ed emozioni di questo Luglio americano.

Newport è stupenda. Una sorpresa che ci è rimasta nel cuore. Le atmosfere da Grande Gatsby sono tutt’ora intatte. L’America’s Cup dovrebbero proibire di svolgerla altrove. La clam chowder sarà anche pesante ma è sublime.

http://www.flickr.com/apps/slideshow/show.swf?v=71649

Da Plymouth a Cape Cod, è stato un lento immergersi nelle atmosfere della colonizzazione, dei moti indipendentisti, dell’evoluzione kennedyana di questa propaggine d’Europa semplicemente copia/incollata dall’altra parte dell’Atlantico.

http://www.flickr.com/apps/slideshow/show.swf?v=71649

E poi la cultura. Due delle più prestigiose università (città universitarie) come Cambridge e New Haven, rispettivamente cresciute attorno ad Harward e Yale, che hanno forgiato scienziati, letterati e presidenti degli USA. Città orgogliose dei propri studenti e dell’importanza e della consapevolezza di fare cultura. Forse per questo sono università aperte, che puoi visitare ma anche vivere come componente mai disunita dal resto del tessuto urbano e sociale.

IMG_1026

E poi Boston e il North End. Uno spaccato di Italia vera non come quella “bufala” per turisti di Little Italy a NYC. Negozi di alimentari con i nostri prodotti, ristoranti di ogni regione italiana e bar, tanti bar dove gli emigranti ancora parlano i dialetti originari.

IMG_1031

Mi manca già un po’ il New England :-(

Appunti di viaggio (n.3)

Il lavoro di riordino delle foto scattate negli USA prosegue a rilento. Una reflex, due compatte, una marea di schedine, iPhoto, Aperture, Photoshop a manetta ogni sera. Ce la posso fare :-)

A proposito di macchine fotografiche e accessori. Per chi avesse intenzione di fare buoni acquisti nella Grande Mela, consiglio spassionatamente di fare una capatina a B&H. E’ uno store gestito da ebrei all’angolo fra la 8av e la 34st per cui, al sabato è chiuso e al venerdì abbassano le saracinesche alle due del pomeriggio in aderenza alla loro religione ma, in compenso, il megastore rimane aperto alla domenica.

Il posto è spettacolare e il reparto refurbished molto appetibile, i binari sospesi che spostano la merce fra i reparti davvero suggestivi. Merita un markettone video, anche perchè quei signori con la kippah mi hanno trattato bene, con consigli e con ulteriori scontistiche sugli articoli che ho acquistato.

Intanto, pian piano che riordino tutto il materiale fotografico, riemergono i momenti più belli e significativi di questo mesetto passato a zonzo per gli USA. In particolare Boston e tutto il New Englad mi hanno lasciato un segno indelebile. Appena posso, scriverò un paio di righe su Cape Cod e, soprattutto, su Newport. Imperdibili.

http://www.flickr.com/apps/slideshow/show.swf?v=71649

Qui Boston, tutto bene!

Ciao blog, qui Boston, tutto bene.
Aggiornamenti, sempre piu’ rari, su Twitter: http://www.twitter.com/webeconoscenza

Blog su WordPress.com. | The Baskerville Theme.

Su ↑