Mi sono innamorato

Mi sono innamorato della perfida Albione.

L’amico Ernesto si sta sbattendo un sacco per coinvolgere più gente possibile (non chiamatali stakeholders, vi prego) attorno all’Action Plan per l’Open Government. Non sto a spiegarvi cos’è, perché mi dilungherei. Diciamo che è utile per confrontare le strategie sulla trasparenza delle azioni di governo e bla, bla, bla……..Cose in cui credo, sia chiaro, e cose che argomento spesso in questo spazio e altrove.

Il tutto avviene in piena armonia e in sincronia perfetta con l’Agenda Digitale Italiana che, da un lato deve semplificare il rapporto fra Stato e Cittadini, e dall’altro deve promuovere il digitale come volano per l’economia.

Come sempre in Italia ci stiamo arrovellando in chiacchere, in pistolotti interminabili. Convegni, articoli, seminari con Ministri e controministri, Disegni di Legge e ancora consultazioni come ….. (http://www.agenda-digitale.it/agenda_digitale/ che oggi, nemmeno si apre dal mio browser. Sperem ben).

Dunque Ernesto mi chiede di emendare anche L’Action Plan, e ci mancherebbe altro, è giusto che noi ‘spingitori‘ ci rimbocchiamo ancora una volta le maniche ma……nel mentre tutto ciò avviene, io mi sono innamorato.

E si, mi sono innamorato di questo: https://www.gov.uk/designprinciples e della capacità di sintesi degli anglosassoni. E dopo essermi innamorato dell’art 2: http://webeconoscenza.net/2012/04/09/un-passo-indietro/ ora mi sono innamorato dell’art. 8

Ecco, cari amici che state emendando e commentando i vari documenti, mi piacerebbe riscriverli con la stessa semplicità e capacità di sintesi degli anglosassoni.

E, nel mentre scopro grazie a Twitter che anche dove si dibatte (tanto per cambiare) di nuovo web e web sociale, bisogna iscriversi esclusivamente via fax, penso che davvero bisognerebbe cominciare a parlare meno e fare di più e, quando si parla, farlo con il linguaggio della #casalingadivoghera perché Open dev’essere anche il linguaggio comunicativo e non solo il government e i dati.

Dunque, mi riaggancio ancora al tema della cultura e del testimonial. In rete stiamo dibattendo molto su chi suggerire come testimonial televisivo per la cultura digitale. Su chi possa fare da ponte fra noi geek (che nessuno capisce) e il resto del paese che ancora non aderisce ai nostri modelli e linguaggi. Dopo aver suggerito Massarini, Cecchetto, Fiorello, Crozza, ecc. Mi è venuto in mente un testimonial che sa comunicare in modo molto efficace e potrebbe dimostrarsi davvero strategico, un uomo che non parla solo di tecnologia ma soprattutto di organizzazione e di vantaggi. Perché l’innovazione non è tecnologia, è cambiamento organizzativo e crescita.

Enjoy

About these ads

12 commenti

  1. [...] è tornato in mente questo post perchè poi la discussione si è allungata sui malesseri del pubblico (sito del comune) e sui [...]

    Mi piace

  2. [...] è tornato in mente questo post perchè poi la discussione si è allungata sui malesseri del pubblico (sito del comune) e sui [...]

    Mi piace

  3. [...] lo sapete I’M FALLING IN LOVE! Si, mi sono innamorato dei Design principles britannici sui SERVIZI PUBBLICI DIGITALI e mi accingo a commentarne qualcuno, [...]

    Mi piace

  4. d’accordissimo, è che la capacità di sintesi degli anglosassoni è inarrivabile…ciò non toglie che bisogna provarci

    Mi piace

    1. non sono loro che sono inarrivabili, siamo noi che siamo fermi

      Mi piace

      1. Loro semplificano, noi complichiamo :(

        Mi piace

  5. in fondo forse basterebbe fare convegni, dibattiti, incontri etc.senza alcun rimborso nè cachet nè null’altro( e naturalmente fuori dagli orari di lavoro!) che vedresti trovare rapide ed efficienti soluzioni.(io ce li manderei pure a piedi).

    Mi piace

    1. Concordo al 100% :-D

      Mi piace

  6. Francesca Sensini · · Rispondi

    Basta un A4 per i fondamentali dell’Open Gov…tipo questo, no? http://www.govloop.com/profiles/blogs/7-basic-principles-for-open-government

    Mi piace

    1. Proprio così. Tks for sharing ….ooops grazie per la condivisione #casalingadivoghera :-)

      Mi piace

  7. Paderi Massimiliano · · Rispondi

    Sono d’accordissimo sulla figura di Velasco come Testimonial, ha un grande carisma !!!

    Mi piace

    1. Sta alla RAI ingaggiarlo, io passerò parola a chi conosco :-)

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...