Che Picnic finisse sotto il cappello Flickr lo si era intuito da tempo e, ora, il servizio annunciato è operativo come da immagine sottostante.

Tutti gli utenti di Flickr potranno editare le proprie immagini con funzioni le di base (in pratica il minimo indispensabile per un ritocco).

Diciamo che una certa interoperabilità fra i due servizi viene garantita per le funzionalità di base, poi bisogna passare alla versione Premium, attualmente offerta a 24,95 dollari all’anno. Non pochi, secondo me. Pensando anche che Picnic offre i suoi servizi anche a Picasa di Google e agli altri provider di foto-album on-line. Cosa che dovrebbe garantirgli profitto.

Sinceramente mi incuriosisce di più un progetto come Splash-up che emula molte delle funzioni di Photoshop. Solo che lo fa on-line e senza client a bordo del nostro computer.

Lo stesso Splash-up interopera con Flickr ed altri provider e non costa, per ora, assolutamente nulla.